Peppe Nonna Rosa
Filippo Cannata - Incontri

Peppe Guida è uno chef con il quale mi sono intrattenuto più volte a parlare di gusto, sperimentazione, emozioni nel suo originale ristorante “Nonna rosa” così chiamato perché la mamma, ormai nonna, è ancora in cucina. Lei lo aiuta a mantenere e coltivare un rispetto per la tradizione e un amore per il suo lavoro che traspare nei piatti preparati e nel suo sorriso. Per coltivare il gesto della semplicità, dell’umiltà e della generosità occorrono luoghi che si possono assimilare a laboratori esperienziali e magici. La metafora gastronomica in cui mi ritrovo in pieno, racconta un percorso che io da un lato con la luce e lui dall’altro in cucina, facciamo. Gli ingredienti sembrano gli stessi, i gesti, il paziente lavoro quotidiano, la passione, l’amore, la ricerca, l’innovazione. Tutto per arrivare all’obiettivo, quello di consentire al cliente di vivere un’esperienza emozionale. Mi sono intrattenuto con Peppe più volte a parlare di questi argomenti, sono stato in cucina con lui e l’ho potuto ammirare al lavoro, è bellissimo! Il suo impegno e la sua dedizione si leggono nelle espressioni del volto quando crea, sorride di fronte al piatto finito e compiaciuto lo “dona” al cliente. Già perché se così non fosse non potrebbe, o meglio non potremmo, fare quello che ci sforziamo quotidianamente di fare; amare il nostro lavoro significa soprattutto rispettare e voler bene all’altro nel gesto del "dono"!.