Risparmio Energetico
La Luce in Casa - La Luce in Casa

risparmio-energetico

 

 

Il sole viaggiava in cielo, allegro e glorioso sul suo carro di fuoco, gettando i suoi raggi in tutte le direzioni. Con grande rabbia una nuvola di umore temporalesco borbottava: “Sciupone, mano bucata, butta via, butta via i tuoi raggi, vedrai quanti te ne rimangono!” Nelle vigne ogni acino d’uva che maturava sui tralci rubava un raggio al minuto, o anche due; e non c’era filo d’erba, o ragno, o fiore, o goccia d’acqua, che non si prendesse la sua parte. “Lascia, lascia che tutti ti derubino: vedrai come ti ringrazieranno, quando non avrai più niente da farti rubare”. Il sole continuava allegramente il suo viaggio, regalando raggi a milioni, a miliardi, senza contarli. Solo al tramonto contò i raggi che gli rimanevano e, guarda un po’, non gliene mancava neanche uno. La nuvola, per la sorpresa, si sciolse in grandine. Il sole si tuffò allegramente nel mare. (Gianni Rodari)

 

 

 

La sostenibilità ambientale, nuovo paradigma di sviluppo e strumento della sola modernità possibile, è la bandiera che ci siamo dati per entrare nel terzo millennio. La “ragione ecologica” impone di rispettare l’ambiente in ogni attimo della nostra vita, in ogni passaggio della produzione industriale e, a monte, nella fase preliminare della progettazione, che sia di un oggetto, di uno spazio o di una struttura architettonica intesa nel suo complesso. Un progetto sostenibile è un progetto che riduce al minimo il suo impatto sull’ambiente, che risponde alle esigenze senza trasformarsi nel tempo in una eredità onerosa e difficile; un progetto sostenibile è un progetto che accorda le sue leggi con quelle della natura.

 

 

Il contributo dell'illuminazione

L'illuminazione offre una delle opportunità più interessanti e semplici per ridurre i costi energetici. Bisogna considerare infatti che essa è responsabile del 19% di tutta l'elettricità consumata al mondo e che sostituendo sistemi inefficienti con alternative eco-compatibili si possono ottenere effetti immediati in termini di risparmio energetico e costi in bolletta, riduzione di emissioni di CO2 e rispetto dell'ambiente, migliorando nel contempo la qualità della luce.

Ad influenzare il consumo non è la semplice scelta della lampadina, ma lo stesso concetto di illuminazione e l’atteggiamento progettuale che ne consegue. La luce naturale ad esempio, oltre ad essere quella più adatta per l’occhio umano, è la fonte più economica che ci sia. È dunque opportuno disporre l’arredamento all’interno di un determinato spazio in modo tale da assicurare alle aree che necessitano di una illuminazione migliore la maggiore quantità possibile di luce naturale.

In ogni ambiente si svolgono delle attività principali che richiedono un particolare tipo di luce. Garantire una illuminazione efficiente, ed efficace, significa dunque moltiplicare e specializzare le fonti luminose in base alle funzioni e alle attività svolte in quell’ambiente, determinando la corretta distribuzione delle sorgenti e la giusta qualità della luce. L’installazione di un lampadario centrale per l’illuminazione generale delle stanze, infatti, non è una soluzione vantaggiosa in termini energetici, soprattutto quando questo è provvisto di molte luci: una lampada da 100 watt fornisce la stessa illuminazione di 6 lampadine da 25 watt, ma queste ultime consumano il 50 per cento in più di energia elettrica.

La scelta dell’apparecchio è altrettanto essenziale in termini di risparmio energetico: le lampade fluorescenti compatte, le cosiddette lampade a basso consumo, hanno un'efficienza luminosa nettamente superiore (da 4 a 10 volte) alle comuni lampade ad incandescenza oramai bandite dal mercato, una vita media di 10.000 ore rispetto alle 1.000 ore delle incandescenti e bassi consumi.

 

 

La tecnologia al servizio dello sviluppo sostenibile

È comunque la tecnologia a fornire il maggior contributo in tema di sostenibilità ambientale. Appositi sistemi di gestione e controllo dell’illuminazione consentono di dosare la luce artificiale in funzione dell’apporto di quella naturale o, ad esempio, per mezzo di opportuni rilevatori di presenza, di spegnere le luci di una stanza non appena se ne attraversa la soglia, o ancora di creare scene luminose adatte alle attività che si svolgono in un determinato ambiente (luce più intensa per una cena con ospiti, luce soffusa per la visione di un film o per l’ascolto di musica) evitando così inutili sprechi energetici e garantendo sempre la giusta quantità di illuminazione.

Il controllo e la gestione della luce, oltre a favorire il risparmio energetico, rappresentano un importante strumento al servizio del benessere di coloro che vivono gli ambienti e gli spazi dell’abitazione, la possibilità di ottenere in ogni momento il tipo di illuminazione più congeniale alle proprie esigenze e stati d’animo aiuta il cliente a migliorare in misura determinante la propria condizione di comfort.

 

 

Le possibilità di risparmiare energia in casa sono tante, basta un po’ più di attenzione, la giusta dose di sensibilità e … qualche consiglio da chi ha esperienza nel campo. Contattaci attraverso “Il Parere dell’Esperto” per avere suggerimenti utili su come ridurre i consumi in maniera intelligente e iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle novità e gli aggiornamenti nel settore dell’illuminazione.

 

 

CLICCA QUI
parere-dell-esperto-btn