Casa del Fascio - Caserta
Lavori - Pubblico
bibliotecacasadelfascio
casa-del-fascio-1

 

Respirare l’aria del cantiere permette al progettista di scrivere una storia, di esplorare, come un visitatore fa in una città nuova e misteriosa. Materiali che si combinano tra loro, colori e luce che filtra attraverso le vetrate e la polvere. Le luci posticce e casuali dei proiettori di cantiere mostrano aspetti e particolari sconosciuti, creano la scena, trasmettono sensazioni.

 

casa-del-fascio-2

 

È fondamentale, per chi progetta la luce, rivolgere la propria attenzione all’uomo, alla percezione e all’architettura. Capire e sentire l’ambiente che circonderà la persona, e immaginarsi come si sentirà in quel luogo, come la luce influirà sul suo stato subliminale.

 

casa-del-fascio-3

 

Mettere le persone a proprio agio significa, come diceva Fellini, colorare con piccoli e grandi pennelli il mondo della fantasia e quello della realtà, una luce discrezionale e tecnica per lo spazio di lavoro, una luce calda e accogliente, variabile, per l’ambiente, fatta anche di ombre, di accenti e di colore. Il cantiere è una grande macchina dove i materiali, protagonisti, sprigionano energia che il progettista deve recepire e trasformare in idee.

 

casa-del-fascio-4

Crediti

  • Categoria
    Pubblico
  • Cliente
    arch. Raffaele Cutillo
  • Località
    Caserta - Italia
  • Architetto
    Raffaele Cutillo
  • Fotografo
    Luigi Spina
  • Incarico
    Illuminazione Interna ed Esterna
  • Lighting Design
    Filippo Cannata
  • Lighting Design Team
    C. Masone, A. Caruso
  • Data Completamento
    2008